Garante per la protezione
    dei dati personali


Comunicato Stampa

LICIA CALIFANO: UNO SVILUPPO"SOSTENIBILE" DELLE ICT

"La circolazione delle informazioni è divenuta oggi un beneprezioso, quasi un valore aggiunto della consapevolezza civile. E i datipersonali non sono meno preziosi: gestirli consente ai titolari di esercitareun grande potere: tanto nel settore pubblico, quanto nel settore privato.Queste potenziate esigenze di circolazione delle informazioni pongono, com'èovvio, nuovi problemi e nuove frontiere sul piano della protezione di quei datipersonali". Lo ha affermato Licia Califano, componente dell'AutoritàGarante per la privacy, intervenendo oggi al convegno "Ricerca scientificae sviluppo competitivo dell'Ict", organizzato dalla Fondazione Bordonipresso il CNR.

Laprofessoressa Califano ha posto in evidenza alcune iniziative recentementeintraprese dal Collegio del Garante al fine di coniugare la tutela dei datipersonali con alcune istanze di semplificazione degli oneri a carico tantodelle imprese quanto degli operatori pubblici. In questo senso vanno le lineeguida del Garante in materia di trasparenza della Pubblica amministrazione, gliinterventi in materia di Fascicolo sanitario elettronico così come iprovvedimenti relativi a mobile payment –  si è da pococonclusa la consultazione pubblica – e l'indagine su alcune applicazioniscaricabili su smartphone e tablet aderendo alla campagna europea "Sweep Day".

"La tutela della privacy è e rimane" –ha concluso Licia Califano – "uno dei diritti fondamentali chegli ordinamenti devono consapevolmente tutelare e coniugare alle nuove  funzionalitàe ai nuovi vantaggi che le ICT apportano alla vita di tutti i giorni. Gliinterventi del Garante privacy sono dunque volti a fissare delle regole cherappresentino anche una garanzia per uno sviluppo "sostenibile" delleICT: sia per le aziende del settore, che possono confidare in una sorta dicertificazione dei loro prodotti e servizi; sia per gli utenti, che possonoavvicinarsi alle innovazioni tecnologiche e ai soggetti che le promuovono conun grado accresciuto di fiducia."

Roma, 21 maggio 2014