Garante per la protezione
    dei dati personali

Comunicato Stampa

PRIVACY: SORO REPLICA A MONS. GALANTINO

Dichiarazionedi Antonello Soro, Presidente Garante privacy

 

"E'come se la diffusione dei delitti suggerisse di sopprimere la Polizia, è comese la persistenza di molti peccatori suggerisse l'inutilità della Chiesa.

Stupiscee sconcerta che sia proprio il Segretario della Conferenza episcopale ainvocare la soppressione di un'Autorità, quale il Garante per la protezione deidati personali, istituita per la tutela della persona e della sua dignità, checerto alla Chiesa non dovrebbero essere indifferenti. Sorprende lasottovalutazione di un diritto fondamentale - quale quello alla protezione deidati personali- che rappresenta la condizione essenziale per una società liberae democratica, una straordinaria garanzia contro le discriminazioni e le nuoveforme di stigmatizzazione sociale.

Ed èsingolare che si qualifichi come inutile l'unica istituzione che – neilimiti dei suoi poteri - ha sempre difeso la dignità della persona dalla"macchina del fango", dalle strumentalizzazioni di chi vuole renderela rete non uno spazio di libertà ma di violenza e anomia, dalla logicatotalitaria dell'uomo di vetro.

Qualiche siano le opinioni del Mons. Galantino, l'Autorità continuerà – comeprevisto dai Trattati europei – a garantire che la logica di mercato nonprevarichi la libertà del cittadino, che la trasparenza non diventi spoliazionedi sé, che l'informazione non degeneri in voyeurismo e che il rapporto trasicurezza e libertà non diventi un gioco a somma zero".

Roma, 6 novembre 2014