La Privacy e i servizi di formazione

Domanda: Siamo una Società di Formazione professionale senza fini di lucro che opera ai sensi della legge quadro sulla formazione professionale (845/1978).

La realizzazione dei percorsi formativi prevede la raccolta dei dati relativi agli allievi (pre-iscrizioni e iscrizioni: dati anagrafici, situazione scolastica ed occupazionale) sulla base di disposizioni regionali e comunitarie (realizziamo progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo).

Sempre sulla base di tali disposizioni, siamo obbligati a raccogliere dati anagrafici, curriculum personali, statuti e atti costitutivi di società e collaboratori professionisti in quanto richiesti dalle Amministrazioni pubbliche come documentazione indispensabile alla realizzazione e alla conseguente rendicontazione di tutta l'attività.

Tutta questa documentazione viene consegnata in copia alle Amministrazioni di cui sopra.

Risposta: Questi trattamenti, effettuati per obbligo di legge, comportano unicamente l'obbligo di fornire agli interessati l'informativa prevista dall'art.13 del Codice della privacy, non essendo necessario per il trattamento dei dati comuni, né acquisire il consenso dell'interessato, né provvedere alla notifica al Garante.

Qualora si raccolgano, invece, anche dati sensibili (ad esempio quelli sulle condizioni di salute degli allievi), sarà necessario acquisire il consenso scritto degli interessati.

E' necessario, tuttavia, rammentare che esistono alcuni obblighi a carattere organizzativo necessari per ogni trattamento, come adottare le misure minime di sicurezza, nominare gli incaricati del trattamento, fornire la necessaria formazione a tutti coloro che operano sui dati personali.


D: Alla nostra Società pervengono frequentemente, da parte di Aziende, richieste di nominativi di allievi qualificati finalizzate all'occupazione.

R: Per questa specifica circostanza, Vi consigliamo di acquisire il consenso dell'interessato, al momento del conferimento dei dati, informandolo espressamente, ai sensi dell'articolo 13 della legge, che i dati potranno essere destinati alla comunicazione agli enti e alle società che li richiederanno.


D: A nostra volta, per esigenze connesse alla pianificazione dell'attività (fabbisogni occupazionali e ricerche di mercato, pubblicità dei corsi), utilizziamo elenchi di diplomati richiesti ad altri Istituti scolastici o ad Aziende operanti in Regione.

R: L'art.96 del Codice della privacy prevede che, al fine di agevolare l'orientamento, la formazione e l'inserimento professionale,anche all'estero, gli istituti scolastici di istruzione secondaria e le scuole, su richiesta degli interessati, possono comunicare o diffondere, anche a privati e per via telematica, dati relativi agli esiti scolastici, intermedi e finali, degli studenti, ed altri dati pertinenti in relazione alle predette finalità, purché non siano dati sensibili.

Tuttavia, tali istituti scolastici dovranno fornire agli interessati una idonea informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice. Tali dati potranno essere trattati successivamente solo per le finalità sopra ricordate.