Sta facendo il giro del mondo la triste storia di un padre italiano che desidera poter vedere gli ultimi scampoli di vita del figlio morto immortalati nel suo iPhone 6. Ma il telefono si è spento e il giovane non aveva effettuato il back-up su altri supporti. Solo violando la password si sarebbe potuto accedere ma Cupertino si è dichiarata tecnicamente impossibilitata a collaborare.

Ora la società che supporta le investigazioni della FBI ed entrare nei telefoni altrui si offre di fornire aiuto e sta fornendo al padre accesso agli agognati ricordi. Rischia così di crollare il mito della impenetrabilità del smartphone Apple.

Su CNN la storia e una video intervista al padre