Il noto giornalista di Repubblica Michele Serra nella propria rubrica quotidiana ha condiviso coi lettori come il suo impianto di allarme, in assenza di urgenze da notificare, lo inondi di sms di auguri o pubblicitari creando non solo un fastidio ma anche un’erosione del credito del proprio telefono su cui i messaggi sono automaticamente inoltrati.

Repubblica ha accolto il sarcastico lamento del proprio collaboratore ed ha cercato di capirne di più su quanto sia agevole liberarsi da questi assilli. Un quadro non proprio confortante che sembra dar ragione al Garante che spinge per la creazione di un Registro delle Opposizioni anche per le utenze mobili.

Leggi qui l’articolo