La nuova Loi Travail impone da oggi ai datori d’oltralpe di garantire ai propri dipendenti il diritto di non dover consultare comunicazioni di lavoro su device personali o aziendali una volta che è terminato l’orario d’ufficio. Le eccezioni e le relative modalità dovranno essere discusse con i sindacati, perché se è vero che non si può continuare a vivere in modalità “always on” è vero anche che la tecnologia può regalare momenti lavorativi gestiti con maggiore autonomia e flessibilità.

E’ la fine di un percorso che nel 2015 aveva visto il Ministro del Lavoro attaccare la “info-obesità” nel mondo del lavoro e, successivamente, colossi come AXA muoversi in anticipo nella speranza di evitare il burn out del cervello di impiegati troppo zelanti.

Qui sul sito del Ministero tutto quello che c’è da sapere sulla nuova legge