Minacce ed estorsioni ai fruitori di un parcheggio. Un giornale riprende la notizia associandovi il nome del amministratore delegato della Società, il quale – pendente causa per diffamazione contro l’editore – chiede a Google la rimozione dei link e degli snippet inerenti alla notizia nonché la disattivazione del meccanismo di autocomplete della stringa di ricerca tra il nome del reclamante e la parola “minacce”.

Il Garante impone a Google solo quest’ultima misura.

Vai al Provvedimento